Vires VS Virus • pillole tradizionali contro il contagio della paura – 28

204
«Non c’è modo migliore per far ciò che suggerire loro che chi si ferma è perduto. […] Con l’eternità del tempo insegneremo loro a dimenticare il tempo dell’eternità».
(Messer Arcibaldo – Lettere di un esperto diavolo a un apprendista tentatore, S.M. Lanzetta – ed. Fede & Cultura)
L’anziano maestro tentatore Arcibaldo nella sua prima lettera al giovane apprendista Polliodoro riflette sull’importanza di sabotare il tempo – o meglio della concezione di esso – per sedurre le anime.
Il Diavolo deve convincere l’uomo che la vita è nel tempo e che il tempo – non l’eternitàè ciò che più conta. Così l’uomo ben presto dimentica il proprio destino eterno e si concentra a vivere il presente senza badare ad altro. I piani del demonio portano l’uomo a rispettare un solo dogma: chi si ferma è perduto.
Un uomo che vive senza conoscere il fine per il quale è stato creato, è come un viandante che continua imperterrito a camminare senza sapere dove è diretto.
Nella dittatura del presente, persino i piaceri e le emozioni devono essere consumati oggi, in fretta, perché il domani non conta. L’uomo riempie il tempo e crede di ingannarlo ma in realtà è il tempo che svuota lui e lo inganna.
Il Diavolo si diletta nel vedere greggi di uomini alla ricerca spasmodica del “tutto e subito” perché coloro che pensano sopra ogni cosa ad “avere” dimenticano soprattutto a “essere”.
Come un bambino sulla giostra che si gode la corsa, così l’uomo vive l’oggi per soddisfare i propri desideri e seguire gli istinti senza alcun giudizio morale. Conta solo il piacere immediato e misurabile.
L’inganno di Arcibaldo e del suo padrone è di sovvertire «il tempo dell’eternità» con «l’eternità del tempo» per ridurre l’uomo in schiavitù del presente, inconsapevole di essere destinato all’eterno.
Ma a differenza dell’animale, l’uomo è in grado di attribuire alle sue azioni un significato, a rinunciare a qualcosa, a controllare l’istinto. In questo modo, imprimendo una direzione alla propria vita, si può alimentare la tensione spirituale e l’aspirazione ad elevarsi.