IL CAFFE’ DI AURHELIO – L’espresso della settimana – 58

587
Una tazza di caffè e una raccolta settimanale, rapida e veloce, di notizie, riflessioni, approfondimenti e video, suggerita da chi da anni porta avanti una lotta di controinformazione nel solco della Tradizione: a cura del Centro Studi Aurhelio.

LA DIFESA DEL TERRITORIO

Giulietto Chiesa 

Qualche minuto di riflessione

Servizio su SERGIO RAMELLI del TG2 delle 20.30 del 29 aprile.

Massimo Fini ridimensiona la Resistenza e difende i soldati tedeschi. Esplode la polemica: negazionista

BRUXELLES | La Commissione vuole più immigrazione

In barba al tasso di disoccupazione medio in UE del 9%, e della disoccupazione giovanile al 15%, con apici del 30% in Grecia, Spagna e 25% in Italia, Bruxelles accontenta il capitale apolide assetato di manodopera a basso costo senza alcuna considerazione sui risvolti etnico-sociali.

In colpo solo, vengono importati essere umani da sfruttare, vengono colpiti i diritti sociali e abbassate le condizioni generali del lavoro;

LA VIA DELL’AZIONE. TRIBUTO AD ANTONIO MEDRANO

Conferenza stampa di presentazione del dossier “Aborto: dalla parte delle donne”, organizzata da Pro Vita & Famiglia*. Chi fosse interessato può seguire l’evento attraverso il nostro canale YouTube 

NESSUNA CORRELAZIONE

Dopo il Regno Unito, aumentano i casi di epatite anomala nei bambini al di sotto dei dieci anni (tutti vaccinati) anche in Italia. “Anomala” in quanto non si tratta di nessuna delle forme di epatite conosciute, quelle di tipo A, B, C, D e E.

Non lo dicono solo i media della contro-informazione. Questa volta la situazione è evidente ed ingombrante quanto un elefante rosa in salotto che è impossibile nasconderla. Anche i popolari giornali mainstream sono costretti a parlarne.

Le famiglie si preoccupano e soffrono mentre i giornali si contraddicono.

Da un lato ci tengono a sottolineare nei titoli che gli organi sanitari sono certi che non ci sia alcuna correlazione con il Covid-19 e tantomeno con i vaccini ad esso correlati; dall’altro, nell’articolo, ammettono di non avere ancora individuato una causa precisa e che le indagini sono ancora in corso.

Insomma, pur non sapendo cos’è, ci assicurano cosa non è.

Intanto, pienamente consapevoli, rimaniamo vigili.

COORDINAMENTO 15 OTTOBRE

I SOCIAL HANNO UCCISO LA SOCIALITÀ