Il tocco taumaturgico dei Maneskin e la Stampa italiana

385

Due notizie recenti, apparentemente non correlate, esprimono chiaramente lo stato di salute della nostra società. La prima notizia è che le canzoni della famosa band italiana del momento, i Maneskin, pare abbiano un potere miracoloso.
La stampa italiana ha infatti dato un grande eco alla notizia secondo cui una profuga ucraina in coma si sia risvegliata ascoltando un brano della band italiana. Tutti i grandi giornali italiani hanno ripreso questo supposto evento miracoloso dandogli un grandissimo risalto, dopotutto è da anni ormai che qualsiasi piccola notizia legata ai Maneskin o ai singoli membri della band, viene amplificata all’infinito, condita di grandissimi elogi.
L’eco della miracolosa novella va di pari passo con un dato passato più in sordina, quasi nascosto dall’informazione del nostro paese, ovvero che l’Italia è scesa al 58° nella classifica mondiale della libertà di Stampa. L’informazione di massa del nostro paese perde 17 posti rispetto all’anno precedente vedendosi superata da Romania e Macedonia del Nord e rimanendo poco sopra Niger e Ghana.
Due notizie all’apparenza scollegate, ma che in verità sono l’uno la conseguenza dell’altra. I mass media italiani hanno infatti ben dimostrato in questi tre anni, dall’inizio dell’emergenza covid, la qualità del loro servizio. Un servizio che ha poco a che fare con l’informazione, e tanto con la disinformazione.

(Tratto da Ansa.it) – Ucraina, profuga si risveglia dal coma ascoltando i Maneskin

16enne ferita durante fuga, è ricoverata al Cto di Torino.

In coma dall’incidente d’auto in cui è morto il padre, mentre fuggiva dalla guerra in Ucraina, una 16enne ricoverata all’ospedale Cto di Torino, dove è stata trasportata da Leopoli grazie ai volontari dell’associazione di MirNow, si è risvegliata dopo tre mesi sulle note di un brano della sua band preferita, i Maneskin.

“E’ una loro grande fan e ieri sera, ascoltando una loro canzone, ha espresso emozione”, spiega Maurizio Beatrici, direttore della struttura complessa di neuro-riabilitazione.