La Miccia | Recensione – “Lo spirito del combattente” a Pescara (28.05.22)

196

Chi è venuto sabato 28 Maggio a trovarci lo sa. La conferenza tenutasi a Pescara con i camerati della Comunità Militante Furor, venuti da Catanzaro per presentare “Lo spirito del combattente”, ha segnato un nuovo grande momento per la nostra Comunità e la sua battaglia per il risveglio della gioventù abruzzese. Grande è stata la partecipazione da parte del pubblico, così come il nostro sforzo per arrivare a portare il messaggio a chiunque lo dovesse davvero ricevere.

Per due mesi non c’è stata sosta nell’organizzazione di questa conferenza, parte di un momento e di un progetto ben più grande. Affissioni, riunioni, volantinaggi, ricerche di uno spazio adatto e dei materiali: se è vero che “tutto costa”, come ci insegna magistralmente Léon Degrelle, è anche vero che bisogna fare tutto il possibile e oltre, gettando il cuore oltre l’ostacolo ogni volta che ci sarà possibile farlo. Questo è lo spirito di servizio all’Idea che ogni militante deve avere.

Con la conferenza di sabato 28 Maggio abbiamo dimostrato ancora una volta a noi stessi così come al pubblico abruzzese che “Combattere è qualcosa di fisico che corrisponde a gesti ben più grandi e profondi nel campo metafisico”, citando una piccola parte del nostro intervento di apertura. Adesso che anche questo tassello è stato inserito nel nostro percorso di crescita e lotta, dobbiamo tornare a lavorare in noi stessi così come all’esterno, all’assalto contro questo mondo grigio.