Nulla 2.0

219
Lo senti anche tu, l’odore di plastica?

Di artificiale, di nuovo, di gommoso e melenso.

Di patetico, costruito, brandizzato. “Taylor-made per like”.

L’odore dell’ufficio marketing e degli scatoloni ancora con lo scotch, e dentro i manichini.

Del conveniente, dell’apparente, l’odore di plastica dei volantini 3X2.

Del set cinematografico, dei truccatori, degli illusionisti.

Della fotografa che, nella foto, malamente è tradita dallo specchio.

L’artificio fatto sistema, il “così devi pensare”, la partigianeria delle cose, il 2.0 del politicamente corretto.

Anche se fate i selfie transgenerazionali, transpartigiani, transpubblicitari non ci convincete.