Le parole di Aleksandr Dugin sulla morte della figlia Darya

55
Pubblichiamo di seguito le parole di Aleksandr Dugin riguardo all’assassinio di sua figlia Darya.

“Come tutti sapete, a seguito di un attacco terroristico compiuto dal regime nazista ucraino, il 20 agosto, di ritorno dal festival della Tradizione vicino a Mosca, mia figlia Darya Dugina è stata brutalmente uccisa da un’esplosione davanti ai miei occhi.

Era una bella ragazza ortodossa, patriota, corrispondente militare, esperta dei canali centrali e filosofa. I suoi discorsi e i suoi resoconti sono sempre stati profondi, fondati e sobri. Non ha mai invocato la violenza e la guerra.

Era una stella nascente all’inizio del suo viaggio. I nemici della Russia l’hanno uccisa di nascosto …

Ma noi, il nostro popolo, non possiamo essere spezzati nemmeno da colpi così insopportabili. Volevano schiacciare la nostra volontà con sanguinoso terrore contro i migliori e i più vulnerabili di noi. Ma non lo capiranno.

I nostri cuori bramano qualcosa di più della semplice vendetta o punizione: è troppo meschino, non russo. Abbiamo solo bisogno della nostra Vittoria. Mia figlia ha deposto la sua vita da vergine sul suo altare. Quindi vinci, per favore!
Volevamo farla diventare intelligente e un eroe.
Lascia che ispiri i figli della nostra Patria all’impresa anche adesso.

L’addio a Darya Dugina (Platonova) – una funzione commemorativa civile – si terrà il 23 agosto presso il Centro televisivo di Ostankino alle ore 10.00.”

Aleksandr Dugin