Cosa ci racconta la foto dei diplomatici in fila per salutare Lavrov

75
Questa foto, scattata nei giorni scorsi tra i corridoi del palazzo di vetro dell’ONU di New York, ci restituisce una realtà diversa da quella che l’Occidente si racconta.
Lo scatto ruba un momento del “dietro le quinte” del forte discorso di Sergej Lavrov, in cui il ministro degli esteri russo viene avvicinato da diplomatici di tutto il mondo: asiatici, africani, sudamericani, in fila per salutarlo, ringraziarlo. 
In Occidente si parla di Russia sempre più isolata, ma la realtà è che c’è tutta una parte di mondo, quella delle nazioni deboli, dimenticate, “canaglie”, che solidarizza con chi fronteggia a testa alta la potenza arrogante degli USA e della NATO.