“Al mio ex fidanzato ho dato due stelle su cinque”: nasce il ‘TripAdvisor’ degli “ex

70
La “cultura” del rating, della valutazione e della misurazione in un’epoca in cui il digitale ha preso il totale sopravvento sul reale, non risparmia neanche le questioni più intime, cioè gli affari di cuore. Ed ecco che si palesa l’ennesimo tassello nel mosaico della cultura dei crediti sociali che sempre più pervade (silenziosamente) le nostre vite.
Un altro pezzetto di questa mentalità, così, entra nelle nostre esistenze, stavolta passando dal buco della serratura della camera da letto: uno dei luoghi più segreti delle nostre vite, così come il cuore e gli affetti.  
Il progetto è partito in forma embrionale nel 2008, ma negli anni è cresciuto sempre di più, e oggi in America è una app usata da migliaia di utenti. Le persone per anni hanno alimentato l’algoritmo dell’applicazione condividendo di tutto: da storie di tradimenti, fino a rapporti sessuali non troppo soddisfacenti o giudizi generali sulla persona.

(tratto da ilmessaggero.it) – Tripadvisor degli ex, la app creata da una ragazza lasciata (e derubata) dal fidanzato

La creatrice Tracy Meghan ha dato vita al servizio online dopo che il suo ex è scappato con i soldi dell’affitto

Tracy Tegan, una ragazza americana, ha deciso di creare un app per recensire gli ex dal titolo “Ex-boyfriend list”. La ragazza, scrittrice di romanzi rosa, ha deciso di dare vita a questo sito dopo che il suo ex è scappato, rubandole i soldi dell’affitto. Il sito in realtà contiene vari servizi, tra cui uno in grado di inviare segnalazioni anonime per denunciare eventuali episodi di violenza. Il sito recita: «Abbiamo tutti quell’ex perdente da cui vogliamo mettere in guardia gli altri, e ora puoi farlo proprio con la lista degli ex fidanzati». La lista consente alle donne di lasciare recensioni dettagliate e con una finestra di ricerca per nome.

Le parole della founder Tracy Tegan: «Uno spazio per condividere le emozioni»

«Attraversiamo tutte prima o poi una rottura che ci segna e a volte tutto cio di cui abbiamo abbiamo bisogno è solo uno spazio per condividere quello che proviamo», dice Tracy, poi aggiunge: «Ho vissuto anche io una rottura che mi ha segnato e avevo il cuore spezzato, volevo solo un posto dove condividere la mia storia. Ogni mese davo al mio ex la mia parte dell’affitto, ma si è tenuto tutto per per sé e non pagava il padrone di casa, poi è scappato».

Il progetto è partito in forma embrionale nel 2008, ma negli anni è cresciuto sempre di più, oggi in America è un app usata da migliaia di utenti. Le persone per anni hanno condiviso di tutto da storie di tradimenti, fino a rapporti sessuali non troppo soddisfacenti. Una donna scrive sul sito: «Il mio ex è un traditore seriale e non è nemmeno bravo a letto. Evitate di uscire con lui, non vale il vostro tempo».

Tuttavia, ci sono regole a cui gli utenti devono attenersi. Tracy infatti afferma: «Si puo condividere il nome dell’uomo e da dove viene ma nessuna informazione sensibile o fatti al di fuori della coppia. Capisco voler sfogare la rabbia sul sito, ma ho avuto alcuni uomini che mi hanno contattato sostenendo che alcune affermazioni su di loro non erano vere».