La Russia di Putin firma la “carta dei valori della Tradizione”

41

Un nostro lettore ci segnala il testo della recente approvazione, da parte del Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin, del testo di “fondamenti di politica statale di tutela e rafforzamento dei valori Spirituali e Tradizionali della Russia”. 
In particolare, sono da sottolineare alcuni passaggi:
4. I valori tradizionali sono linee guida morali che formano la visione del mondo dei cittadini russi, vengono trasmessi di generazione in generazione, sono alla base dell’identità civile di tutti i russi e dello spazio culturale comune del Paese, rafforzano l’unità civile e trovano la loro espressione unica e distintiva nello sviluppo spirituale, storico e culturale del popolo multinazionale della Russia.
6. Il cristianesimo, l’islam, il buddismo, l’ebraismo e altre religioni, parte integrante del patrimonio storico e spirituale russo, hanno avuto un impatto significativo sulla formazione dei valori tradizionali, comuni a credenti e non credenti. Un ruolo particolare nella formazione e nel rafforzamento dei valori tradizionali spetta all’Ortodossia.
7. La Federazione Russa considera i valori tradizionali la base della società russa, che le consente di proteggere e rafforzare la sovranità russa, assicurare l’unità del nostro Paese multietnico e multiconfessionale, preservare il popolo russo e sviluppare il potenziale umano.
13. Le attività di organizzazioni estremiste e terroristiche, alcuni media e mezzi di comunicazione di massa, le azioni degli Stati Uniti d’America e di altri Stati stranieri ostili, alcune società transnazionali e organizzazioni straniere senza scopo di lucro e le attività di alcune organizzazioni e individui sul territorio russo costituiscono una minaccia ai valori tradizionali.
14. L’impatto ideologico e psicologico sui cittadini porta al radicamento di un sistema di idee e valori estranei al popolo russo e distruttivi per la società russa (di seguito denominati ideologia distruttiva), tra cui la coltivazione di egoismo, permissivismo, immoralità, la negazione degli ideali del patriottismo, del servizio alla Patria, della durata naturale della vita, del valore della solidità della famiglia, del matrimonio, della prolificità, del lavoro creativo, del contributo positivo della Russia alla storia e alla cultura mondiale, la distruzione della famiglia tradizionale attraverso la promozione di relazioni sessuali non tradizionali.
Questo documento è particolarmente importante perché colloca senza esitazione la politica della Russia di Putin su una linea ben precisa, che è rivoluzionaria proprio per il suo ritorno intransigente alla Tradizione, o quantomeno all’aspirazione di tale obiettivo. Lungi dall’esser linee guida dettate da un mero moralismo, tali provvedimenti costituiscono la base per un tentativo di rettificazione della Russia.
Diversamente dai “conservatori” nostrani e occidentali, il nuovo corso della politica russa ha saputo ben individuare i punti cardine su cui costruire il futuro della Nazione (dunque non solo mantenere un pavido status quo), e indicare al tempo stesso i nemici che ostacolano questo processo.

(Tratto da Roma.mid.ru) – Decreto del Presidente della Federazione Russa sull’approvazione dei fondamenti di politica statale di tutela e rafforzamento dei valori Spirituali e Tradizionali della Russia

Ai sensi della Legge federale n. 172-FZ del 28 giugno 2014 “Sulla pianificazione strategica nella Federazione Russa”, delibero di:

1. Approvare i qui allegati Fondamenti della politica statale di tutela e rafforzamento dei valori spirituali e morali tradizionali russi.

2. Il presente decreto entra in vigore il giorno della sua firma.

Il Presidente della Federazione Russa 
Vladimir Putin

Mosca, Cremlino
9 novembre 2022
N° 809
RATIFICATI DA
Decreto del Presidente
Della Federazione Russa
Del 9  novembre 2022 N2

 

FONDAMENTI della Politica statale di tutela e rafforzamento dei valori spirituali e morali tradizionali russi

I Disposizioni generali

1. Questi Fondamenti costituiscono il documento di pianificazione strategica nell’ambito della sicurezza nazionale della Federazione Russa, che determina il sistema di finalità, obiettivi e strumenti per l’attuazione della priorità strategica nazionale “Tutela dei valori spirituali e morali tradizionali russi, della cultura e della memoria storica” in relazione alla protezione dei valori spirituali e morali tradizionali russi (di seguito anche valori tradizionali).

2. La  Costituzione della Federazione Russa, i principi e le norme del diritto internazionale generalmente riconosciuti e i trattati internazionali della Federazione Russa, la Legge federale del 28 giugno 2014 NQ 172-FZ “Sulla pianificazione strategica nella Federazione Russa”, i Fondamenti della politica statale nell’ambito della pianificazione strategica nella Federazione Russa compongono il quadro giuridico di questi Fondamenti.

3. I presenti Fondamenti specificano alcune disposizioni della Strategia di sicurezza nazionale della Federazione Russa, della Dottrina della sicurezza informatica della Federazione Russa, della Strategia per la lotta all’estremismo nella Federazione Russa fino al 2025, della Strategia di politica nazionale della Federazione Russa per il periodo fino al 2025, dei Fondamenti della politica culturale dello Stato, della Strategia di sviluppo della società dell’informazione nella Federazione Russa per il periodo 2017-2030, dei Decreti presidenziali del 7 maggio 2018 N2 204 “Sugli obiettivi e le strategie nazionali”.

4. I valori tradizionali sono linee guida morali che formano la visione del mondo dei cittadini russi, vengono trasmessi di generazione in generazione, sono alla base dell’identità civile di tutti i russi e dello spazio culturale comune del Paese, rafforzano l’unità civile e trovano la loro espressione unica e distintiva nello sviluppo spirituale, storico e culturale del popolo multinazionale della Russia.

5. I valori tradizionali includono la vita, la dignità, i diritti umani e le libertà, il patriottismo, la cittadinanza, il servizio alla Patria e la responsabilità per il suo destino, gli alti ideali morali, la solidità della famiglia, il lavoro creativo, la priorità dello spirituale sul materiale, l’umanesimo, la misericordia, la giustizia, il collettivismo, l’assistenza e il rispetto reciproci, la memoria storica e la continuità delle generazioni, l’unità dei popoli della Russia.

6. Il cristianesimo, l’islam, il buddismo, l’ebraismo e altre religioni, parte integrante del patrimonio storico e spirituale russo, hanno avuto un impatto significativo sulla formazione dei valori tradizionali, comuni a credenti e non credenti. Un ruolo particolare nella formazione e nel rafforzamento dei valori tradizionali spetta all’Ortodossia.

7. La Federazione Russa considera i valori tradizionali la base della società russa, che le consente di proteggere e rafforzare la sovranità russa, assicurare l’unità del nostro Paese multietnico e multiconfessionale, preservare il popolo russo e sviluppare il potenziale umano.

8. L’interpretazione dei processi e dei fenomeni sociali, culturali e tecnologici sulla base dei valori tradizionali e dell’esperienza culturale e storica accumulata, consente al popolo russo di rispondere alle nuove sfide e minacce in modo tempestivo ed efficace, mantenendo l’identità civica panrussa.

9. La Politica statale della Federazione Russa di tutela e  rafforzamento dei valori spirituali e morali tradizionali russi (di seguito: Politica statale di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali) è un complesso di misure coordinate, messe in atto dal Presidente della Federazione Russa e da altre autorità pubbliche con la partecipazione delle istituzioni della società civile, per contrastare le minacce socio-culturali alla sicurezza nazionale della Federazione Russa in materia di valori tradizionali.

10. La politica dello Stato di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali deve essere attuata nei settori dell’istruzione e dell’educazione, del lavoro con i giovani, della cultura, della scienza, delle relazioni interetniche e interreligiose, dei mass media e delle comunicazioni di massa e della cooperazione internazionale. Gli organismi esecutivi federali incaricati della difesa, della sicurezza dello Stato, degli affari interni e della pubblica sicurezza, nonché altre autorità pubbliche, partecipano all’attuazione di questa politica statale nei limiti delle loro competenze.

 

II Valutazione della situazione, principali minacce e rischi per i valori tradizionali,  scenari di evoluzione della situazione.

11. Gli sforzi compiuti dalla Federazione Russa per sviluppare il potenziale spirituale del suo popolo contribuiscono ad aumentare la coesione della società russa, a rendere i suoi cittadini consapevoli della necessità di tutelare e rafforzare i valori tradizionali nel contesto di una globale crisi civile e valoriale che conduce alla perdita dei tradizionali punti di riferimento spirituali e morali e dei principi etici dell’umanità.

12. La Strategia di sicurezza nazionale della Federazione Russa valuta la situazione in Russia e nel mondo come tale da richiedere misure urgenti per proteggere i valori tradizionali.

13. Le attività di organizzazioni estremiste e terroristiche, alcuni media e mezzi di comunicazione di massa, le azioni degli Stati Uniti d’America e di altri Stati stranieri ostili, alcune società transnazionali e organizzazioni straniere senza scopo di lucro e le attività di alcune organizzazioni e individui sul territorio russo costituiscono una minaccia ai valori tradizionali.

14. L’impatto ideologico e psicologico sui cittadini porta al radicamento di un sistema di idee e valori estranei al popolo russo e distruttivi per la società russa (di seguito denominati ideologia distruttiva), tra cui la coltivazione di egoismo, permissivismo, immoralità, la negazione degli ideali del patriottismo, del servizio alla Patria, della durata naturale della vita, del valore della solidità della famiglia, del matrimonio, della prolificità, del lavoro creativo, del contributo positivo della Russia alla storia e alla cultura mondiale, la distruzione della famiglia tradizionale attraverso la promozione di relazioni sessuali non tradizionali.

15. L’influenza ideologica distruttiva sui cittadini russi sta diventando una minaccia per la situazione demografica del Paese.

16. Le attività di soggetti pubblici, organizzazioni e individui che contribuiscono alla diffusione dell’ideologia distruttiva costituiscono una minaccia oggettiva agli interessi nazionali della Federazione Russa.

17. La diffusione dell’ideologia distruttiva comporta i seguenti rischi:

a) creazione delle condizioni per l’autodistruzione della società, indebolimento dei legami familiari, amicali e sociali;

b) rafforzamento della stratificazione socio-culturale della società, riduzione del ruolo del partenariato sociale, svalutazione dei concetti di lavoro creativo e assistenza reciproca;

c) deterioramento della salute morale delle persone, imposizione di  concezioni che negano la dignità umana e il valore della vita umana;

d) introduzione di modelli comportamentali antisociali, diffusione di stili di vita immorali, permissivismo e violenza, aumento del consumo di alcol e stupefacenti;

e) costruzione  di una società che non tiene in nessun conto i valori spirituali e morali;

f) distorsione della verità storica e  distruzione della memoria storica.

g) negazione dell’identità russa, indebolimento dell’identità civile panrussa e dell’unità del popolo multinazionale della Russia, e creazione delle condizioni per l’insorgenza di conflitti interetnici e interreligiosi;

h) erosione della fiducia nelle istituzioni statali, discredito dell’idea del  servire la patria e formazione di un atteggiamento negativo nei confronti del servizio militare e del servizio allo stato in generale.

18. Per preservare e rafforzare i valori tradizionali e arrestare la diffusione dell’ideologia distruttiva, le riforme dell’istruzione e dell’educazione, della cultura, della scienza, dei mass media e delle comunicazioni di massa dovrebbero essere attuate tenendo conto delle tradizioni storiche e dell’esperienza accumulata dalla società russa e  sottoponendole a un ampio dibattito pubblico.

19. I problemi nel campo della tutela e del rafforzamento dei valori tradizionali devono essere affrontati  procedendo lungo i principali indirizzi seguenti:

a) adeguare i documenti di pianificazione strategica al fine di affrontare con maggiore efficacia gli obiettivi della tutela e del rafforzamento dei valori tradizionali, definire i parametri di riferimento per la selezione degli obiettivi e dei meccanismi più efficaci per garantire gli interessi nazionali in tale campo;

b) assicurare il coordinamento interministeriale delle attività di protezione dei valori tradizionali;

c) migliorare il sistema di sostegno statale ai progetti nel campo della cultura e dell’istruzione, alla luce degli obiettivi della politica statale di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali;

d) sviluppare  e migliorare forme e metodi di contrasto ai rischi associati alla diffusione di ideologie distruttive nello spazio informativo;

e) migliorare forme e metodi educativi e scolastici dei bambini e dei giovani in conformità con gli obiettivi della politica statale di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali;

f) aumentare l’efficacia del lavoro delle organizzazioni scientifiche, educative, divulgative e culturali per proteggere la verità storica, preservare la memoria storica e combattere la falsificazione della storia;

g) migliorare le attività delle forze dell’ordine per prevenire e reprimere le attività illegali volte a diffondere l’ideologia distruttiva.

20. In futuro la situazione può quindi evolvere positivamente o negativamente.

21. Lo scenario positivo si realizzerà se la politica statale di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali sarà attuata in modo sistematico e coerente. Questo scenario prevede il rafforzamento della protezione della società russa dalle minacce e dai rischi per i valori tradizionali ed è imperniato  sulla formazione di una personalità di alto livello morale, educata nello spirito del rispetto dei valori tradizionali, che disponga delle conoscenze e delle competenze oggi necessarie, in grado di realizzare il proprio potenziale nella società moderna e pronta a costruire e difendere la Patria nella pace. Lo scenario positivo prevede il graduale superamento dei problemi esistenti e la ricerca di risposte alle nuove sfide sulla base dei valori tradizionali.

22. Lo scenario negativo può realizzarsi se non si oppone resistenza alla diffusione dell’ideologia distruttiva.

 

III Obiettivi e finalità della politica governativa di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali

23. Gli obiettivi della politica statale di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali sono:

a) preservare e rafforzare i valori tradizionali e assicurarne la trasmissione di generazione in generazione;

b) contrastare la diffusione dell’ideologia distruttiva;

c) costruire sulla scena internazionale l’immagine dello Stato russo come custode e protettore dei valori spirituali e morali tradizionali dell’uomo.

24. L’attuazione della priorità strategica nazionale “Protezione dei valori spirituali e morali tradizionali russi, della cultura e della memoria storica” prevede i seguenti compiti della politica statale di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali:

a) rafforzare l’unità civile, l’identità civile panrussa e l’identità russa, la concordia interetnica e interreligiosa sulla base del ruolo unificante dei valori tradizionali;

b) salvaguardare la memoria storica, contrastando i tentativi di falsificazione della storia e preservando l’esperienza storica dei valori tradizionali e la loro influenza sulla storia russa, comprese le vite e le opere di figure di spicco della Russia;

c) preservare, rafforzare e promuovere i valori tradizionali della famiglia (compresa la protezione dell’istituzione del matrimonio come unione tra un uomo e una donna), garantire la continuità intergenerazionale, assicurare una vita dignitosa alla generazione più anziana e plasmare la concezione della protezione del popolo russo come fondamentale priorità strategica nazionale;

d) attuare una politica di informazione statale volta a rafforzare il ruolo dei valori tradizionali nella coscienza di massa e a contrastare la diffusione dell’ideologia distruttiva;

e) realizzare un sistema educativo nello spirito del rispetto dei valori tradizionali che sia strumento chiave della politica statale nel campo dell’istruzione e della cultura, indispensabile per la formazione di una personalità armoniosamente sviluppata;

f) sostenere i progetti pubblici e le istituzioni della società civile nel settore dell’educazione patriottica e della conservazione del patrimonio storico e culturale dei popoli della Federazione Russa;

g) supportare le organizzazioni religiose delle confessioni tradizionali, assicurarne la partecipazione alle attività volte a preservare i valori tradizionali e a contrastare correnti religiose distruttive;

h) costituire un sistema di appalti pubblici destinati alla ricerca, all’elaborazione di materiali informativi e metodologici (cronache cinematografiche  e altri materiali audiovisivi compresi), opere letterarie e artistiche, a servizi finalizzati alla salvaguardia e alla divulgazione dei valori tradizionali, nonché  garantire il controllo della qualità di implementazione di tali appalti pubblici;

i) garantire la protezione da parte dello Stato delle opere del patrimonio culturale (monumenti storici e culturali) dei popoli della Federazione Russa e favorirne l’accesso ai fini della loro divulgazione come elementi essenziali per  formare la consapevolezza storica e promuovere l’amore e il rispetto per la Patria;

j) sostenere progetti volti a promuovere i valori tradizionali nel settore dell’informazione;

k) proteggere e sostenere la lingua russa come lingua del popolo costituente lo Stato, garantire il rispetto delle norme della moderna lingua letteraria russa (compresa la prevenzione dell’uso di un linguaggio osceno), contrastare l’uso eccessivo di vocaboli stranieri;

l) proteggere da informazioni e influenza psicologica distruttive esterne, reprimere le attività volte a distruggere i valori tradizionali in Russia;

m) rafforzare il ruolo della Russia nel mondo promuovendo i valori spirituali e morali tradizionali russi basati sugli originali valori universali.

IV Strumenti per l’attuazione di politiche pubbliche volte a preservare e rafforzare i valori tradizionali

25. Gli strumenti legali per l’attuazione della politica statale di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali sono i seguenti:

a) miglioramento del quadro giuridico e normativo a livello federale, regionale e comunale;

b) elaborazione di documenti di pianificazione strategica da parte delle autorità pubbliche, alla luce degli obiettivi della politica statale di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali.

26. I principali strumenti organizzativi per l’attuazione della politica statale di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali sono:

a) sviluppo da parte delle autorità pubbliche di piani d’azione per l’attuazione di questi Fondamenti;

b) valutazione dei progetti (compresi i materiali informativi e di altro tipo), dei programmi e delle attività per verificarne, al momento di decidere sull’opportunità del loro sostegno statale, la conformità con i valori tradizionali;

c) monitoraggio del raggiungimento degli obiettivi della politica statale di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali, compresa l’attuazione dei piani d’azione per l’implementazione di questi Fondamenti;

d) realizzazione da parte delle autorità pubbliche del controllo sulla conformità delle attività che godono del finanziamento pubblico della Federazione Russa con gli obiettivi e le finalità della politica statale di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali;

e) coinvolgimento delle istituzioni della società civile, comprese le organizzazioni religiose, nell’attuazione della politica statale di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali.

27. Gli strumenti scientifici e analitici per l’attuazione della politica statale di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali sono:

a) attività di ricerca su questioni relative all’attuazione delle politiche pubbliche per la tutela e il rafforzamento dei valori tradizionali a livello federale, regionale e comunale, comprese le valutazioni dell’efficacia dei relativi programmi e progetti

b) elaborazione di raccomandazioni metodologiche per l’attuazione della politica statale di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali.

28. L’interazione tra autorità pubbliche e  mass media costituisce uno strumento informativo per l’attuazione della politica statale di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali al fine di divulgare e promuovere i valori tradizionali.

29. Il monitoraggio del raggiungimento degli obiettivi della politica statale per la tutela e il rafforzamento dei valori tradizionali richiede lo sviluppo di un sistema appropriato di indicatori basati sui dati seguenti

a) informazioni statistiche ufficiali;

b) risultati di ricerche  sociologiche;

c) risultati del monitoraggio delle situazioni problematiche relative alla tutela e al rafforzamento dei valori tradizionali (da parte delle entità costitutive della Federazione Russa e delle aree di responsabilità delle autorità pubbliche)

30. L’attuazione della politica statale di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali sarà finanziata dal bilancio della Federazione Russa, nonché da altre fonti di finanziamento nei casi previsti dalla legislazione della Federazione Russa. Al contempo, l’elaborazione dei progetti di bilancio della finanziaria della Federazione Russa sarà effettuata tenendo conto degli obiettivi e dei compiti di questa politica statale.

V  Risultati attesi dalle politiche pubbliche di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali

31. L’attuazione della politica statale di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali contribuirà alla difesa e all’incremento del popolo della Russia, alla salvaguardia dell’identità civile di tutta la Russia, allo sviluppo del potenziale umano, al mantenimento della pace civile e dell’armonia nel Paese, al rafforzamento della legalità e del diritto, alla formazione di uno spazio informativo sicuro, alla protezione della società russa dalla diffusione di ideologie distruttive, al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo nazionale, al miglioramento della competitività e del prestigio internazionale della Federazione Russa.

32. Sulla base dei risultati della valutazione dell’efficacia dell’attuazione della politica statale di tutela e rafforzamento dei valori tradizionali, le disposizioni di questi Fondamenti saranno adeguate, se necessario, almeno una volta ogni sei anni.