VIDEO | L’anima appartiene unicamente a noi

80

(a cura della Comunità Militante Coscienza e Dovere)

Torna la rubrica Cine-TNT dove, attraverso spezzoni di film d’ogni genere vogliamo riflettere e mostrare che giustizia, ribellione e libertà non sono solo parole lontane, ma delle verità concrete, che si possono trovare anche in momenti tranquilli, come ad esempio nel guardare un comune film!
Oggi abbiamo una scena tratta dal film “Le crociate” di Ridley Scott, in cui Re Baldovino di Gerusalemme (giovane e pieno di ricchezze ma malato di lebbra e destinato a morire presto) parla con il giovane crociato Baliano, suo nipote, spiegandogli che ogni uomo è padrone delle sue azioni.
«Ricordate che, in qualunque modo siate mosso o da chi, la vostra anima appartiene unicamente a voi, anche se coloro che presumono di muovervi sono re o uomini di potere. Quando sarete innanzi a Dio non potrete dire “ma mi hanno detto gli altri di farlo».
È molto comune nelle nostre vite dimenticarci l’insegnamento che Re Baldovino offre in questo spezzone del film. Effettivamente tutti noi, molto spesso, con la scusa di essere presi dagli eventi che ci circondano, da mode, pregiudizi e influenzamenti della società, ci troviamo a fare delle scelte sbagliate o a dire cose che non pensiamo e che non vogliamo davvero. Ma a risponderne non saranno gli influencer che le cianciano bensì unicamente noi.
Questo modo di vivere non è sicuramente nello stile del vero ribelle insomma: la consapevolezza delle proprie azioni e l’obiettivo di compiere sempre più gesti che riconducono l’uomo alla propria libertà e all’eroismo, è quello che il ribelle compie nel quotidiano. Consapevole di poter scegliere, e scegliendo consapevolmente il bene.