Mezzi UOMINI, vere BESTIE e falsi DEI

492

Kerouac è nazista?

Durante un’assemblea di beatnik, una volta Jack Kerouac presentò una sorta di programma politico-culturale della Beat Generation. Kerouac cominciò a parlare della “volontà che unisce i nostri gruppi e che ci fa comprendere che gli uomini e le donne devono apprendere il sentimento comunitario al fine di difendersi contro lo spirito di classe, la lotta delle classi, l’odio di classe!“, e concluse con un auspicio forte: “Noi andiamo a vivere presto in comune la nostra vita e la nostra rivoluzione! Una vita comunitaria per la pace, per la prosperità spirituale, per il socialismo“.
Il pubblico composto da alternativi di sinistra, e giovani beat, ne fu entusiasta. Deliri ed esaltazione collettiva per le parole del “maestro”. Grandi applausi per il guru Jack Kerouac. Ma, tutto questo entusiasmo – chissà perchè!… – si raggelò subito dopo, apprendendo di aver applaudito a un discorso pronunciato da Adolf Hitler al Reichstag nel 1937.
Kerouac era dunque nazista? No. Più semplicemente Hitler era un beat prima che i beat nascessero… Tutto qua.