DONBASS. Voci e testimonianze dal fronte dell’est (14.05.23 – recensione)

269

Sabato 13 maggio, presso la sede di Raido, a più di un anno dall’inizio del conflitto russo-ucraino, si è svolta la conferenza “Donbass – voci e testimonianze dal fronte del’est”. Un esponente della rivista Fuoco ha dialogato con Daniele dell’Orco, giornalista più volte inviato sul teatro dello scontro, e l’associazione Vento dell’est, impegnata nella promozione dell’amicizia tra il popolo russo ed italiano. 
Nel giorno della visita a Roma del presidente ucraino, con le fanfare della propaganda che squillavano in coro, si è cercato di staccare la spina alla macchina di fabbricazione del pensiero, portando le esperienze sul campo dei relatori che ci hanno illustrato diverse prospettive del conflitto politico-ideologico che contrappone la Russia all’occidente.
Il Donbass, appunto, un fazzoletto di terra in cui si giocano i destini d’Europa e del mondo. Ma le vere ragioni dello scontro non sono da ricercarsi solo nel carattere territoriale del conflitto, come può essere il controllo della Crimea per i russi, o l’allargamento della Nato per l’occidente. 
I relatori hanno risposto all’esigenza del nostro ambiente (e di una buona parte dell’opinione pubblica italiana) di reagire alla polarizzazione dell’informazione, ribadendo la necessità di stabilire delle relazioni tra Italia e Russia (relazioni che, invero, esistono già da secoli), anziché partecipare al conflitto armando una delle due parti.
Si è parlato anche delle ombre che circondano la figura di Zelensky, personaggio spacciato per eroe dalla narrazione dominante: dalle nefande leggi sul controllo dei media, alla proibizione della lingua russa su suolo ucraino, agli arresti, perquisizioni e chiusura delle chiese con l’accusa di favoreggiamento del governo russo, che ha portato ad una frattura nel mondo ortodosso russo-ucraino.
La conferenza, seguita da un pubblico molto attento, ha poi toccato molti altri temi, proponendosi il difficile compito di penetrare la realtà del conflitto che, progressivamente, ci sta proiettando verso un sistema geopolitico multipolare.
La serata si è conclusa con l’ormai consueto aperitivo al Bar Scirè. 
Ed è proprio attorno al bancone del nostro bar che ti aspettiamo per il prossimo appuntamento di Raido: venerdì 19 maggio dalle 21 brinderemo dicendo “Kanpai!”, degustando distillati giapponesi, accompagnati da letture sulla tradizione nipponica.
Un viaggio del gusto e dell’anima nel paese del Sol Levante.
In alto i cuori!