La marina militare dello Yemen sequestra una nave israeliana

139
Come promesso dal leader della rivoluzione, lo Yemen non si tira indietro e lancia un forte avvertimento agli oppressori e massacratori dello stato sionista, come ai suoi amici e alleati.

Pubblichiamo di seguito la dichiarazione rilasciata dalle forze armate dello Yemen.


Nel nome di Dio, il Compassionevole, il Misericordioso

Iddio, l’Onnipotente, dice: “In verità, Iddio ama coloro che combattono per la Sua causa in fila, come se fossero una struttura [singola] saldamente unita”. (Corano 61:4) Possa la parola di Dio essere vera.

In attuazione delle direttive del leader della rivoluzione, Sua Eminenza Comandante Abdulmalik Badr Al-Din Al-Houthi, che Iddio lo protegga, e in risposta alle richieste del grande popolo yemenita e di tutte le persone libere della nazione, e guidato dalla responsabilità religiosa, umanitaria ed etica nei confronti del popolo palestinese oppresso, sottoposto ad un crudele assedio e a continui atroci massacri da parte del nemico israeliano.

Le forze navali delle Forze Armate dello Yemen, con l’aiuto di Dio, hanno effettuato un’operazione militare nel Mar Rosso, che ha portato al sequestro di una nave israeliana e al suo trasferimento sulla costa yemenita.

Le forze armate yemenite trattano l’equipaggio della nave secondo gli insegnamenti e i valori della nostra religione islamica.

Le Forze Armate yemenite rinnovano l’avvertimento a tutte le navi appartenenti al nemico israeliano o che hanno rapporti con esso, che diventeranno obiettivi legittimi per le Forze Armate.

Esorta tutti i paesi con cittadini che operano nel Mar Rosso a stare lontani da qualsiasi azione o attività con navi israeliane o navi di proprietà di israeliani.

Le Forze Armate yemenite affermano il loro impegno a continuare le operazioni militari contro il nemico israeliano fino a quando non cesserà l’aggressione nella Striscia di Gaza e i continui crimini atroci contro i nostri fratelli palestinesi a Gaza e in Cisgiordania. Sottolinea inoltre che l’entità sionista è quella che minaccia la sicurezza e la stabilità della regione e delle vie navigabili internazionali. È responsabilità della comunità internazionale, se tiene alla sicurezza e alla stabilità della regione e vuole evitare l’espansione del conflitto, fermare l’aggressione israeliana a Gaza.

Le operazioni delle Forze Armate non rappresentano una minaccia se non per le navi dell’entità israeliana e per quelle di proprietà israeliana, come abbiamo accennato in una dichiarazione precedente.

Sana’a, 6 Jumada Al-Awwal 1445 H
(Corrispondente al 19 novembre 2023)

Emesso dalle forze armate dello Yemen