Is. sta usando l’umiliazione come arma contro il popolo palestinese

86

Tratto da lifegate.it


L’offensiva militare israeliana sulla Striscia di Gaza ha finora causato circa 20mila morti. Di questi, circa il 40 per cento sono minorenni. Il 40 per cento degli edifici è distrutto, interi quartieri e villaggi sono stati rasi al suolo e nelle ultime settimane le operazioni militari hanno riguardato anche la Cisgiordania, in particolare Jenin. Oltre ai bombardamenti e alle incursioni militari, c’è un’altra arma con cui l’esercito israeliano sta colpendo gli abitanti della Striscia di Gaza e della Cisgiordania: l’umiliazione. 
“Come se tutto ciò non bastasse – le migliaia di bambini morti, il bilancio delle vittime, le centinaia di migliaia di persone sradicate dalle loro case, le decine di migliaia di feriti e la fame, le malattie e la distruzione a Gaza – oltre a tutto ciò, devono anche essere umiliati. Umiliati fino al midollo, affinché imparino”, denuncia il giornale israeliano Haaretz.
“Cercando di umiliare Gaza nel profondo, è in realtà Israele a uscirne umiliato”.