Antiche Mura | Gli oggetti sono creati per servire gli uomini

42
Antiche Mura • Custodire la verità per opporsi al declino
«Se è buona cosa che gli oggetti siano creati per servire gli uomini, sarebbe mostruoso che gli uomini fossero stati creati per servire da pattumiera agli oggetti». (Cittadella, Antoine de Saint-Exupéry – AGA Editrice)
L’autore di Cittadella riflette sul fatto che il materialismo possa pericolosamente ribaltare il rapporto gerarchico tra uomo e oggetto. Ciò che si possiede, se non tenuto con il giusto distacco, può trasformarsi in qualcosa da cui si è posseduti. Gli oggetti a cui l’uomo si aggrappa diventano inevitabilmente le catene che lo imprigionano. 
Mai come nell’epoca attuale questo pericolo è stato così grande. Oggigiorno, infatti, la ricerca del possesso e dell’accumulo rappresentano il motore principale dell’agire umano. Questo viscerale attaccamento ai beni materiali rappresenta una distrazione dagli elementi spirituali che caratterizzano l’essenza interiore dell’uomo, la cui natura non può essere relegata a consumare, custodire oggetti o «servire da pattumiera».
Gli oggetti devono essere strumenti al servizio dell’uomo, non ostacoli che lo soffocano. Per fare questo occorre trovare il punto di equilibrio tra le cose mondane e la crescita interiore, agendo come fruitore momentaneo di qualcosa di effimero senza permettere che ciò possa rappresentare una prigione.
Gli uomini, infatti, sono custodi della bellezza al servizio della verità, non schiavi della superficialità e del possesso smodato. Solo quando si liberano dalle illusioni del mondo materiale, ritrovano la loro essenza più autentica.