Comunità Militante Raido | Gli uomini e le rovine (23.06.2024)

16
«Nel suo significato vero e vivo, TRADIZIONE non è supino conformismo a ciò che è stato, o inerte continuarsi del passato nel presente.
La Tradizione è, nella sua essenza, qualcosa di metastorico e, in pari tempo, di dinamico: è una forza generale ordinatrice in funzione di principi aventi il crisma di una superiore legittimità – se si vuole, si può anche dire: di principi dall’alto -, forza la quale agisce lungo le generazioni, in continuità di spirito e di ispirazione, attraverso istituzioni, ordinamenti che possono anche presentare una notevole varietà e diversità».
(Julius Evola, Gli uomini e le rovine)